Tron Legacy in IMAX 3D: mai avuta un’esperienza immersiva simile!

Approfittando della mia permanenza a Seattle, ho voluto sperimentare che cosa significasse vedere un film in IMAX 3D, e ho comprato un biglietto per Tron Legacy nel Boeing Imax Cinema dello Space Center di Seattle (si, proprio quello dello Space Needle, la famosa torre simbolo della citta’), al prezzo di 13 dollari.

Per chi non lo sapesse, l’IMAX e’ una modalita’ di ripresa e proiezione di film adatta a schermi molto grandi (si parla di 22×16 metri come minimo) che, abbinata con un’impianto audio che garantisce la spazialita’ del suono a 360 gradi, da un effetto di visione davvero “ad alta definizione” del film. Ma questa modalita’, almeno agli inizi, non aveva niente a che fare con il 3D.

Beh, vedere il risultato della combinazione di queste due tecnologie mi ha fatto rimanere stupefatto e senza fiato a partire dal primo spot promozionali delle future proiezioni fino all’ultima fotogramma del film, titoli compresi. E’ indescrivibile l’effetto immersivo totale che una proiezione del genere e’ riuscita a darmi. Sembrava davvero di essere assieme agli attori, dentro la scena. Non e’ il primo film in 3D che vedo, ma nessuno, prima d’ora, mi aveva dato questa sensazione cosi’ completa. Neanche Avatar, che pure ho visto in una nuovissima sala italiana e che avevo reputato davvero un pezzo avanti nell’evoluzione della tecnica cinematografica. Almeno per me, l’IMAX 3D e’ davvero quanto di piu’ avanti ci possa essere ora nel mondo accedibile a noi semplici utenti di tutti i giorni.

Sono quindi andato a cercare subito se esistono sale IMAX in Italia: sembra che ce ne sia solo una a Riccione, mentre e’ prevista la seconda a Milano per Maggio 2011. Voglio essera alla sua inaugurazione. E consiglio a tutti quelli che possono, di andare a provare almeno per una volta un’effetto del genere.

Non ho potuto fare a meno di pensare a delle interfacce o sistemi di interazione che sfruttano questa combo tecnologica: proiezione ad alta definizione su schermo che avvolge completamente la vista ed effetto 3D a rendere tutto piu’ reale. Poi con le magie che ha reso possibile Kinect e’ anche pronta la parte che permette di usare il corpo come unico controller necessario. Non penso manchi altro per essere davvero dentro la realta’ virtuale, e non quella vista nel Tagliaerbe degli anni 80, ma quella che non riesci piu’ a distinguere dal mondo reale. Fantastico!

1 Comments

Leave a Reply