Sviluppatori Android e iPhone/iPad mobili in Italia, come cercarli e come farsi notare

Nelle ultime settimane mi saranno arrivate almeno 3-4 richieste del tipo “L’azienda XXX dove lavoro sta cercando degli sviluppatori per Android/iPhone/iPad/altro da assumere o a cui commissionare dei lavori da freelance. Sai darmi qualche nome o qualche posto dove guardare?”. Inoltre, capita che venga contattato su LinkedIn da diversi headhunter che cercano sviluppatori, sempre per mobile.

Questi fatti mi portano a fare diverse considerazioni:

  • Ancora fondamentale la cultura del passaparola, quindi la rete di contatti e’ tutto. Partecipazione a conferenze e community in primis possono assicurare quindi una buona visibilita’ a chi sta cercando di professionalizzare le proprie competenze in questo campo.
  • I canonici siti per la ricerca di lavoro possono aiutare a dare visibilita’ della domanda, ma non dell’offerta.
  • Un profilo LinkedIn ben scritto qualche possibilita’ in piu’ puo’ darla.
  • Forse non c’e’ ancora un vero luogo conosciuto e riconosciuto dove domanda e offerta si possano incontrare. A volte ci si trova in apposite sezioni nei forum delle varie community tematiche (ma e’ difficile capire chi scrive e chi risponde), a volte nelle mailing list di JUG/iOS user locali.
  • Sempre LinkedIn puo’ dare una mano con i gruppi Mobile Developers Italia e sicuramente con altri per iOS (che non frequento dato che non sviluppo (ancora) su questa piattaforma).
  • Query specifiche sui motori di ricerca (Google, Bing, Yahoo ecc) danno risultati utili solo per citta’ o regioni grandi, e sono spesso focalizzate sulla domanda, non sull’offerta.
Detto questo, mi piacerebbe sapere che consigli dareste in riferimento ai “luoghi” dove offrire e cercare lavoro come sviluppatore mobile. Magari potrebbe uscirne una raccolta interessante, e spero utile, di spunti.

3 Comments

  1. Ottima idea!
    Una altra cosa che vedo io pero’ sono molte richieste di freelance, ma poche assunzioni.
    Nel senso, so che c’e’ la crisi – che sembra esserci *sempre*, nevvero? specialmente quando si tratta di assumere – ma in mobile vedo molte piu’ richieste di freelance.
    Non credo sia tanto il tipo di lavoro che si presta di piu’, ma la concezione per molte aziende che il mobile e’ una moda e pasera e non conviene assumere stabilmente.

    Non e’ cosi.
    Mobile is here to stay.
    Hire that developer.

    2 cents!

    -E

Leave a Reply