Sviluppare interfacce touch e stylus-free

Il primo programma che realizzai per palmari fu MoneyGoesAway, un gestore di spese per un ormai vetusto PocketPc 2002. Grazie a Microsoft, che non ha più rilasciato gli Embedded Visual Basic Runtime da Window Mobile 5 in poi, MoneyGoesAway oggi è un progetto morto, non avendo più una piattaforma su cui girare. E poi mi dicono perchè BigM mi sta un po’ sulle scatole. Ma passiamo oltre.

Fortunatamente qualche ora di tempo a disposizione in questo periodo mi ha portato a dedicarmi nuovamente al suo sviluppo, aggiornandolo al .NET Compact Framework 2 e sperando che stavolta il suo ciclo di vita sia piu’ lungo di 2-3 anni.

Approfittando dell’occasione, mi sono anche voluto cimentare nella realizzazione di un MoneyGoesAway che abbia un’interfaccia il piu’ possibile touch-oriented e, male che va, gestire comunque tutto con una sola mano grazie agli hardware button del dispositivo. Insomma, un programma per palmari dovrebbe essere palmare, o no?

Ecco quindi le risorse a cui ho attinto per avere un buon background culturale a supporto e qualche utile strumento da aggiungere alla mia touch-toolbox.

Developing Stylus-Free Windows Mobile Professional Applications: in questo articolo della MSDN ci sono delle interessanti considerazioni su come dovrebbe funzionare un’interfaccia stylus-free, sulla gestione del TabIndex e il TabStop dei controlli visualizzati e
sulla gestione degli Action Keys
(le quattro freccie direzionali più il bottone centrale) per meglio
spostarsi tra i controlli del form rispetto al comportamento standard
offerto dall’ambiente di sviluppo.

Designing Pocket PC Application for Stylus-Free Usage (one-handed): questo articolo, molto simile al precedente, spiega come gestire i controlli standard offerti dal .NET CF 2 per avere una esperienza completa esperienza di utilizzo touch-free.

Adding Multi-Touch to Your Windows Mobile Application’s User Interface: come realizzare lo slider per l’unlock tipico dell’iPhone e un form dove muovere delle copertine di un album trascinandole con un dito.

    Realizzazione di bottoni iPhone like. La rete è piena di questo tipo di tutorial, comunque io ne consiglio due:  questo che spiega come crearsi o bottoni da zero, e quest’altro che invece ha un file gia’ pronto con la base per i diversi bottoni. I file Photoshop allegati funzionano egregiamente anche sotto GIMP.

    Set di icone pronte per l’uso e adatte a questo tipo di applicazioni: Axialis offre alcuni set gratuiti di icone davvero ben fatti che mi sembrano molto adatti allo scopo. Voci ben informate dicono poi che acquistando il loro IconWorkshop si possa accedere ad alcune ottime librerie supplementari.

    Buono, ora non mi rimane altro che mettermi al lavoro.

    Leave a Reply