Risparmiare sui costi della bolletta telefonica

salvadanaio.jpg
Riuscire a risparmiare qualche euro al mese sulle telefonate non e’ mai cosa sbagliata, e sono anche convinto che, tranne rari casi, questo risparmio non e’ realizzabile sfruttando le normali offerte dei gestori, sin troppo simili l’una con l’altra per le necessita’ dell’utente medio.

Senza cambiare totalmente paradigma passando al VoIP puro e rinunciando alla comodita’ “dell’alzo la cornetta e parlo”, le possibilita’ a cui si puo’ attingere sono molte. Ad esempio, avevo gia’ scritto qualche suggerimento che uso con profiquita’ per telefonare gratis verso i numeri fissi, nazionali e anche per certe destinazioni internazionali. Questa volta non ci sara’ neanche bisogno di avere una connessione ad Internet, visto che si basa tutto su una combinazione di tariffe di telefonia mobile.

NUMERI FISSI E UTENZE 3

Nel periodo natalizio, H3G ha tirato fuori una promozione interessante: Free Time 30 e Free Time 60. Attivando una nuova SIM 3, rispettivamente al prezzo di 3 e 9 euro, si hanno 30 o 60 minuti di chiamate gratuite al mese verso i numeri fissi e i numeri 3. Niente scatto alla risposta, niente canone mensile, niente durata limitata. Pagando una sola volta 9 euro, posso fare, ogni mese, un’ora di telefonate gratis verso i fissi e i cellulari 3, per sempre.

A questa promozione, occorre poi abbinare un piano tariffario. Attualmente disponibile per le ricaricabili c’e’ Super 0 Mondo, che a fronte di una ricarica mensile di qualunque importo (quindi a partire da 5 euro), offre 1000 minuti di chiamate verso i numeri fissi e numeri 3 al solo prezzo dello scatto alla risposta, di 16 centesimi di euro. Terminato il tempo disponibile con Free Time, viene attivata questa tariffa. Pagando 5 euro al mese, posso fare, ogni mese, fino a 31 telefonate verso i numeri fissi e numeri 3, ognuna della durata di una mezzora. Se ne pago 10 di euro, due da 16 minuti ogni giorno, e cosi’ via.

Rimane poi l’acquisto di un cellulare dedicato da usare con questa scheda. Considerando che non occorre un telefono UMTS e non occorre essere sotto copertura 3 per usare quando descritto, bastano anche quei telefoni che si trovano nei supermercati a 20-25 euro.

Riassumento, facendo una casistica in un anno di utilizzo e considerando una mezzora di chiamate verso i fissi ogni giorno, si ottiene un costo complessivo di 94 euro nel primo anno, cosi’ calcolato:
9 (attivazione sim) + 25 (cellulare) + 5 * 12 (ricarica mimima mensile)

Che senza l’acquisto del cellulare scendono 69 euro, meno di 6 euro al mese per mezzora di chiamate verso i fissi ogni giorno. Non male!

Ovviamente poi qui e’ la fantasia a mettere un freno a come usare queste combinazioni. Ad esempio, comprando 4 schede sim con Free Time 60 attivato, e intercambiandole tra loro magari una volta alla settimana, si ottengono 4 ore di chiamate gratis verso i numeri fissi al mese, spendendo 61 euro una tantum, cosi’ calcolate:
9 * 4 (attivazione sim) + 25 (cellulare)
Mediamente, 8 minuti di telefonate al giorno verso fissi gratuiti, per sempre, a fronte di un costo una tantum di 36 euro, reciclando un vecchio cellulare.

NUMERI MOBILI WIND, TIM E VODAFONE

Dato che le chiamate verso i numeri cellulari sono sempre una spina nel fianco, fara’ piacere sapere che da Gennaio Wind trasformera’ la Wind 9 Limited Edition in una normale tariffa. Sara’ quindi possibile chiamare verso tutti i numeri a 9 centesimi al minuto, con scatto alla risposta di 16 centesimi. Ritengo che tra le offerte senza canone mensile dei gestori telefonico, questa sia di gran lunga la piu’ conveniente.

Facendo due conti, considerando una ricarica di 15 euro al mese, sara’ possibile effettuare una telefonata da 4 minuti verso i cellulari ogni giorno. Oggi, per fare la stessa cosa con Tele2, ad esempio, occorre spendere non meno di 18 euro.

Se si hanno esigenze di traffico maggiori, allora consiglio l’attivazione di Wind 4, che con i suoi 4,8 centesimi al minuto + 16,2 centesimi di scatto alla risposta, e canone mensile di 5 euro. A titolo d’esempio, con 20 euro al mese, posso effettuare ogni giorno una chiamata di 12 minuti verso i cellulari, oppure due chiamate da circa 5 minuti ciascuna.

CONCLUSIONI

Mediamente, con 20 euro al mese e senza bisogno di una linea telefonica, posso
fare un chiamata di mezzora verso un numero fisso e una di 4 minuti
verso un cellulare, ogni giorno.
Il solo costo fisso mensile da sostenere e quello dei 5 euro, necessario a mantenere attiva la tariffa sulla scheda 3. Il resto e’ tutto a consumo, quindi posso anche spendere 10 euro un mese, e 10 quello successivo, se faccio pochi chiamate verso i cellulari.

Certo, ognuno ha le sue esigenze in fatto di telefonia, quindi e’ difficile trovare una soluzione che vada bene per tutti. Con quanto proposto, pero’, i vantaggi si vedono a partire da consumi davvero ridotti, per crescere poi sempre di piu’ quando il volume di traffico si fa maggiore. Considerando poi che non è piu’ necessario avere la linea telefonica, ecco che si hanno a disposizione 15 euro ogni mese, che altrimenti andrebbero via col canone. Inoltre, per la scheda Wind e’ possibile attivare l’autoricarica, e dare quel numero come “principale” a cui si puo’ essere sempre raggiunti.

Lo scotto sta nell’avere un cellulare per fare le chiamate verso la rete fissa, e un cellulare per farle verso la rete mobile. Anche qui la tecnologia ci aiuta, con i fantastici telefoni dual sim, come il DG689 che fanno funziona contemporaneamente due schede, con il massimo delle flessibilita’.

Leave a Reply