Pillole di saggezza

Ci sono tante frasi, coincise e brevi, che possono pero’ tornare davvero utili in particolari momenti della vita. O anche nel quotidiano di ogni giorno. Pillole di saggezza, appunto.

L’unico spazio reale in cui puoi fare esperienza della vita si chiama presente.

Ogni vizio o debolezza portati a livello di coscienza si dissolvono, liberando energia e acquietando la mente.

Il prossimo e’ la nostra estensione: il rapporto che abbiamo con lui rivela la relazione che abbiamo con noi stessi.

Tutto e’ collegato, come il sangue che unisce i componenti di una famiglia. Ogni cosa che facciamo ha effetti sulla vita e su noi stessi.

Tutto cio’ che siamo e’ il risultato dei nostri pensieri.

La vita è la lotta tra contrati, ma l’essenza e’ raggiungere un equilibrio superiore senza scontri.

Condividere il proprio sapere e discuterlo con gli altri genera una conoscenza serena.

Invece di preoccuparci dell’amore che riceviamo, possiamo donare senza limiti e ne saremo sempre piu’ arricchiti nel cuore e nella mente.

La pazienza e l’allegria generano prosperita’, e ci mantengono sulla buona strada della presenza nel “qui e ora”.

E ‘ necessario rinnovare ogni giorno i nostri propositi, come se tutto nascesse in quello stesso momento.

L’esercizio della mente puo’ rivelare immagini del passato. Nella profonda meditazione possiamo scrivere spunti su cui meditare ulteriormente.

La meditazione conduce la nostra consapevolezza oltre i sensi ed i pensieri e permette di scoprire la vera liberta’.

La ragione puo’ investigare sulla natura e sul comportamento degli atomi ma solo la mente, tramite la meditazione, raggiunge la saggezza.

Il successo della vita spirituale non e’ dato da eventi eccezionali, ma da una meditazione quotidiana.

E’ necessario ogni giorno praticare una forma di riposo che non coincida col sonno per liberarci dai pensieri che gravano sulle nostre giornate.

Anno nuovo e’ oggi, ieri e domani, insieme. Grazie alla meditaizone, il tempo appare nella sua totalita’, nella sua unitarieta’.

Tenere a mente il perche’ delle nostre azioni rinsalda i propositi in caso di flessione e conferisce un senso di sicurezza al nostro operato.

L ‘impegno e’ l’unica condizione per poter scegliere come agire di fronte a quello che ci viene incontro nella vita.

Il coraggio nasce dalla calma e dal cuore. Per affrontare la vita bisogna avere il cuore libero da affanni e stare rilassati.

La semplicita’ e’ virtu’ del vivere. Nella quiete del cuore dimorala verita’, ascoltala con amorevolezza.

L’immaginazione e’ una forma di impegno mentale in cui noi stessi possiamo trasformare la nostra vita e renderla migliore.

Nel salire una scala occorre fare attenzione ad ogni piolo, solo cosi’ si e’ consapevoli della salita, senza dubitare nel percorrerla.

Non importi mai contro la natura e non metterti ma direttamente in constrasto con qualsiasi problema: scegli di controllarlo, in armonia con esso.

La mente e’ ancora piu’ potente dei sensi. Piu’ forte della mente e’ la consapevolezza, e piu’ forte ancora e’ lo Spirito di tutte le cose.

Mentre le molteplici cose sorgono e svaniscono, contempla il loro ritorno alla radice.

Piu’ lontano si cerca il sapere, meno lo si conosce. Il saggio sa senza viaggiare, comprende le cose senza vederle, realizza senza agire.

Nel prendere una decisione, possiamo aiutarci nell’orientamento chiedendoci se essa sia motivata dalla paura oppure dalla necessita’.

La maestria nell’arte della vita consiste anche nel non distinguere fra lavoro e tempo libero, seguendo la propria visione dell’eccellenza.

Il tempo scorre come l’acqua: e’ passato, presente e futuro, ma non possiamo distinguerne le parti.

Possiamo incanalare ogni evento del reale nei rivoli dei nostri scopi, sino a raggiungere il lago della pace interiore.

Chi e’ consapevole che il cammino è infinito, conosce le proprie lacune e non crede mai di aver raggiunto la perfezione.

Superando gli opposti, si raggiungono armonia e meditazione fra i lati divergenti del nostro temperamento

Ogni azione, perche’ possa condurci all’obiettivo, deve nascere della convinzione. Il completamento della convinzione perfeziona la volonta’.

Il vuoto e’ il luogo della creazione, il silenzio consente qualsiasi tipo di generazione. L’Arte e’ innanzitutto ascolto della mente.

Il cammino verso la realizzazione del se’ richiede di abbandonare il superfluo.

Non c’e’ male peggione del non sapersi contentare, non c’e’ peccato piu’ grande della brama d’avere. Chi sa bastare a se stesso e’ soddisfatto. (Lao Tze)

Distingui la disciplina finalizzata a quella cieca. Nel primo caso il fine illumina la strada. Se manca uno scopo, la pratica si trasforma in fanatismo.

Tra la verita’ e la menzogna c’e’ la somiglianza che corre tra una persona e la sua ombra; ma, mentre la prima ha vita, la seconda non ne ha (Inayat Khan)

Qualunque cosa accade nel mondo circostante, occorre sempre osservare cio’ che e’ dentro i nostri cuori.

La volonta’ ci desta dal sonno dei bisogni indotti e soddisfatti.

Durante la nostra vita ci se presentano infinite opportunita’, ma perche siano davvero tali, e’ necessario approfittarne.

Noi siamo resi felici o infelici non dalle circostanze della vita, ma dal nostro atteggiamento verso di esse. (Inayat Khan)

Ogni regola della societa’ e’ comprensibile solo all’interno del proprio sistema di riferimento.

Se non crediamo in cio’ che facciamo, semplicemente non funziona. L’unico modo e’ credere.

Ogni azione, perche’ possa condurci all’obiettivo, deve essere fatta con convinzione. La convinzione infatti perfeziona la volonta’.

Allontanarsi dal mondo, restare sconosciuti e non avere rimpianti: a questo puo’ arrivare solo l’uomo superiore (Confucio)

L’unico modo giusto di fare e’ essere. (Lao-Tzu)

Le sconfitte non hanno grande importanza nella vita: la piu’ grande disgrazia e’ quella di restare fermi. (Inayat Jhan)

Imparare senza pensare e’ fatica perduta: pensare senza imparare e’ pericolosissimo. (Confucio)

Acquisisci nuove conoscenze mentre rifletti sulle vecchie, e forse potrai insegnare ad altri. (Confucio)

Se hai un problema e puoi risolverlo e’ inutile che ti preoccupi, se non puoi risolverlo e’ altrettanti inutile la tua preoccupazione. (Lao-Tze)

Come e’ nobile chi, col cuore triste, vuol cantare ugualmente un canto felice, tra cuori felici. (Khalil Gibran)

Amare è mettere la nostra felicità nella felicità di un altro. (Gottfried Wilhelm von Leibniz)

Se il tuo scopo e’ grande e i tuoi mezzi piccoli, agisci comunque, perche’ solo con l’azione essi possono crescere in te. (Aurobindo)

L’uomo grande e’ uno che noin perde il cuore di bimbo. (Meng-Tzu)

Finche’ il “me” sopravvivera’ in qualunque forma, sottile o grossolana, ci sara’ sempre violenza. (Jiddu Krishnamurti)

Potete visitare tutta la Terra, ma non troverete in alcun luogo la vera religione. Essa non esiste che nel vostro cuore. (Ramakrishna)

L’uomo che sa ben parlare non vale quanto quello che sa ascoltare con attenzione.

L’uomo saggio agisce prima di parlare ed in seguito parla secondo la sua azione. (Confucio)

Se tante persone di poco conto facessero cose di poco conto in tanti posti di poco conto, la vita sulla terra sarebbe migliore. (J.F.K.)

Standosene quieta, senza fare nulla, la primavera viene, e l’erba cresce spontanea. (detto Zen)

Sii il primo ad aver fede nel tuo ideale, se desideri che gli altri credano in esso. (Inayat Khan)

Quando la notte e’ cosi’ buia da non scorgere il proprio naso, siatene certi, l’alba e’ molto vicina (detto Zen)

Meglio stare zitti dando l’impressione di essere stupidi, che parlare togliendo ogni dubbio. (Confucio)

Bussa al cielo e ascolta il suono. (detto Zen)

L’illusione fondamentale dell’umanita’ consiste nel supporre che io sono qui e tu sei li. (Yasunati Roshi)

Solo colui che tratta le sue idee gentilmente e’ signore delle proprie idee e solo colui che e’ signore delle proprie idee non e’ loro schiavo. (Lin Yutang)

Il vero miracolo non e’ volare in aria o camminare sulle acque, ma camminare sulla terra. (Lin-chi)

Le idee non sono la verita’; la verita’ e’ qualcosa che deve essere sperimentata direttamente, di momento in momento. (Jiddu Krishnamurti)

Il mezzo puo’ essere paragonato ad un seme, il fine a un albero; tra mezzo e fine vi e’ lo stesso inviolabile nesso che c’e’ tra seme e albero. (Gandhi)

Contrapporre cio’ che ti piace a cio’ che ti dispiace, questa e’ la malattia della mente. (Seng-t’san)

Il nucleo della conoscenza e’ questo: se la possiedi, applicala, se non la possiedi, confessa la tua ignoranza. (Confucio)

Le tre cose più difficili per un essere umano non sono attributi fisici o capacità intellettuali. Sono queste: primo, restituire amore in cambio d’odio; secondo, coinvolgere gli esclusi; terzo, ammattere di avere torto.  (A. De Mello)

1 Comments

  1. … ‘Della vita non si butta via niente!’ è stato gia detto, ma riferito a ben altro oggetto…’ oph

Leave a Reply