Ottimizzare Jooma per l’indicizzazione

Joomla e’ un CMS che da subito mi e’ piaciuto: facile, espandibile, open-source. Come molti software open-source, le potenzialita’ sono tantissime e in continua crescita, proprio perchè sono gli stessi utilizzatori ad arricchirlo con nuove features. Per contro, occorre conoscerle e saperle usare, mentre invece i software commerciali sono spesso gia’ pronti e ottimizzati out-of-the-box.

E’ il caso dell’ottimizzazione per la gestione dei motori di ricerca, campo in cui un’installazione di Joomla standard di certo non eccelle. Ma con qualche best practice e un po’ di componenti aggiuntivi, le cose si possono migliorare sensibilmente. Non sto qui a spiegare la teoria dietro all’ottimizzazione per i motori di ricerca (dalle keyword ai posizionamenti) e alla scrittura di contenuti google-ready, dato che la rete e’ piena di ottimi tutorial sull’argomento. Esporro’ semplicemente che tattiche adotto per i siti che gestisco.

La base, ovvero usare quello che gia’ c’e’.

  • Nelle Global Configuration del sito, impostare il titolo con un buon di presentazione del sito stesso, meglio ancora se contiene alcune tra le keyowrd maggiormente presenti. Questo testo sara’ infatti mostrato da Google quando si ricerca l’indirizzo del nostro sito ed e’ presente nell’header di ogni singola pagina.
  • Per ogni contenuto pubblicato, ho impostato i due campi nella linguetta “Meta Info“, con una breve descrizione del tema trattato e una lista di keyword utilizzate al suo interno.

SEF, Search Engine Friendly, chi ben si presenta e’ a meta’ dell’opera!

Nello sprawl dei webmaster si vocifera che sia cosa buona e giusta avete URL ai propri contenuti che siano composti dalle keyword stesse usate nell’articolo. Ad esempio, se ho una pagina che parla di patate e fiori, un buon URL potrebbe essere http://www.miosito.com/patate_e_fiori_per_te.html.  Joomla invece gli URL li gestisce a modo suo, ottenendo qualcosa tipo http://www.miosito.com/index.php?option=com_content&task=view&id=62&Itemid=1. Configurare Joomla per usare URL come quella del primo esempio, significa usare URL di tipo SEF

Tra i vari componenti presenti, ho scelto ARTIO JoomSEF, anche per la sua compatibilita’ con componenti come Joom!Fish e il bridge tra Gallery2 e Joomla. Una volta configurato a puntino (ci vuole un po’, effettivamente, ma si tratta solo di seguire i passi che vengono elencati), l’effetto e’ sicuramente piu’ gradevole, in quanto l’URL di ogni pagina del sito sara’ costruita direttamente dal suo titolo.

Con un po’ di abilita’ linguistica, il titolo puo’ contenere keyword pertinenti al tema trattato nel corpo del contenuto. Se di per se questa funzione non e’ fondamentale per l’indicizzazione all’interno del proprio sito, diventa invece indispensabile quando veniamo linkati da altri siti. I motori di ricerca potrebbero infatti ritornare come risultati non solo le nostre pagine, ma anche i link ai nostri contenuti presenti negli altri siti, il che non e’ mai male per aumenta la visibilità.

Google, motore che vai, usanza che trovi.

Google, per meglio indicizzare il web, mette a disposizione la Google SiteMaps, un file XML che riporta una serie di link, interni al proprio sito, che il motore di ricerca va ad esaminare e catalogare. Utilissimo per non escludere dal processo di indicizzazione tutte quelle pagine del sito che non sono linkate da altre pagine del sito stesso.

Per generare la SiteMaps del mio sito, ho usato Joomap: semplicissimo, crea una mappa del sito prendendo i link ai contenuti direttamente dalla struttura dei menu di Joomla (quindi Main Menu, Other Menu ecc). Considerando che i menu’ del mio sito sono delle “Blog Categories” (quindi restituiscono una lista di URL con tutti i contenuti che pian piano inserisco) e che, grazie a ARTIO JoomSEF, tutti i link sono in modalita’ SEF , ma che bella SiteMap che abbiamo ottenuto, sempre aggiornata senza il minimo sforzo!

Conclusioni

Sicuramente sarebbero ancora tanti i trucchetti da esaminare, perche’ non aggiungete qualcosa voi?

Leave a Reply