Mozilla Prism, un alleato per la propria privacy online

Mozilla Prism
Ho provato Prism, il nuovo prodotto dei Mozilla Labs, che permette di “staccare” un sito dal proprio browser e eseguirlo come se fosse una vera e propria applicazione, in un contesto separato.

Devo dire che, nonostante il programma sia nella sua prima versione beta (anche se, con il Web 2.0, il concetto di beta e’ andato ormai perso), sono stato piacevolemente impressionato dalla facilita’ di configurazione e dai risultati ottenuti.

Uno degli utilizzi a mio avviso interessante di Prism e’ quello per la tutula della propria privacy online. Prendiamo il mio caso: al lavoro tengo aperta, nella prima scheda del browser, la mia casella email su GMail. In tutte le altre tab si svolge invece il mio quotidiano uso della rete: ricerca, navigazione, uso di servizi ecc.

Tenendo aperta la posta, in tutte queste operazioni Google puo’ raccoglie molti dati che mi riguardano. Tramite i suoi annunci pubblicitari sparsi un po’ ovunque tiene a mente i siti che visito, impara le mie abitudini dalle ricerche che faccio, dai video che guardo, in tutte le attivita’ dove i suoi servizi arrivano. Tutto questo grazie al cookie installato nel mio browser, necessario al corretto funzionamento di GMail.

Ora, non e’ che questo mi importi particolarmente, altrimenti eviterei di usare la posta di GMail, oppure aprirei un’altra istanza del browser, oppure userei un client di posta. Insomma, le soluzioni sono tante, ma e’ cosi’ per fare un esempio chiarificatore.

Grazie a Prism, apro la posta in un’applicazione separata, quindi niente cookie di Google nella mia navigazione principale. Poi per quest’ultima ci pensa Firefox, ogni volta che lo chiudo, a ripulire tutto quello che ho raccolto in giro.

Semplice e veloce ;)

Leave a Reply