Linux e le pulizie di primavera con APT

apt-get mooUna linuxbox che usa il gestore di pacchetti apt (come Debian e Ubuntu, tanto per citarne alcune), che sopravvive negli anni senza mai “formattare e reinstallare” , ma aggiornando quando serve, in cui si sperimenta di tanto in tanto qualche nuovo programma, in cui si ricompila per soddisfare fugaci necessita’ del momento, si trovera’ nel corso della sua esistenza ad avere diversi pacchetti in esubero installati nel sistema.

Non che questo in linea di massima generi grossi problemi, intendiamoci: qualche centinaio di mega occupati su disco, magari qualche minuto in piu’ quando si lanciano gli aggiornamenti e poco altro. Si vive bene lo stesso, senza dubbio. Ma se siete maniaci dell’ordine come il sottoscritto e volete assolutamente avere installato solo l’indispensabile, ecco i passi da seguire.

DISCLAIMER
Seguendo i passi indicati ci puo’ essere il pericolo di rimuovere un po’ troppa roba (neanche apt e’ perfetto), fino a compromettere pesantemente il funzionamento del computer. Il consiglio e’ quindi quello di controllare sempre che pacchetti vengono rimossi e di lasciar perdere subito se non avete bene cognizione di quello di cui sto parlando. Pinguino avvisato, mezzo salvato!

KERNEL
Iniziamo con le immagini del kernel, capaci di allungare all’infinito il menu’ di grub e di occupare anche giga del filesystem, se lasciati pascolare troppo a lungo nel sistema.

segnatevi la versione di kernel che state usando, con il comando uname -r, e successivamente eseguite:


dpkg -l | grep linux-image

Verranno restituire tutte le versioni del kernel installate nella macchina, che tranne quella corrente *non dovrebbero* servire. Ad esempio, se trovate linux-image-2.6.22-14-generic e linux-image-2.6.24-19-generic e state usando la versione 2.6.24-19-generic, tutto quello che riguarda la 2.6.22-14 puo’ essere rimosso. Per farlo, basta lanciare il comando:

sudo apt-get remove –purge `dpkg -l | grep 2.6.22-14 | awk ‘{ print $2 }’`

Se  invece state usando la stessa versione del kernel, ma magari compilata con altri flag, ad esempio una linux-image-2.6.24-19-386 invece che la linux-image-2.6.24-19-generic, il comando giusto e’ questo qui:

sudo apt-get remove –purge linux-image-2.6.22-14-generic

Reiterate il processo per tutte le versioni del kernel che avete installate ma non sono in uso.

PACCHETTI .deb
Una volta che i pacchetti vengono installati e scaricati, il .deb originale non serve piu’, ma rimane conservato nel sistema, generalmente nella cartella /var/cache/apt/archives/. Per cancellarli basta un

sudo apt-get clean

APT-GETteria VARIA
Tra dipendenze non piu’ necessarie, pacchetti obsoleti o rimossi a meta’ e altre cosette, ci sono sempre un po’ di programmi che rimangono indebitamente installati nelle pieghe del sistema. Eseguire questi comandi, ripetendoli piu’ di una volta, fino a che non viene piu’ rimosso niente. Controllare inoltre di avere installato deborphan. Se non lo e’, eseguire un sudo apt-get install deborphan per farlo.

sudo dpkg –purge `COLUMNS=300 dpkg -l “*” | egrep “^rc” | cut -d\  -f3`

sudo apt-get –purge autoremove
sudo apt-get –purge remove `deborphan`
sudo apt-get –purge remove `deborphan –libdev`

Infine un ultimo controllo per verificare che effettivamente non sia rimasto nulla di inutile. L’output di questi comandi non dovrebbe tornare nessun nome di pacchetto:

deborphan -a –find-config
deborphan
dpkg -l |grep ii -v

Buone pulizie ;)

Leave a Reply