Linkflood 20120301 – OpenData, Zen programmer e Android-x86

Dear business people, an iOS app actually takes a lot of work! – Quanto puo’ costare sviluppare un’applicazione per mobile? Dal server alla UX, un articolo che fa emergere la complessita’ che c’e’ dietro “a queste tre schermate qui”. Tanti piccoli pezzi da far interagire tra loro, molto spesso senza la percezione finale. Riutilizzabile per qualsiasi altro sistema operativo per mobile. Anche su StackOverflow un interessante thread a proposito.

Launching a Democratization of Data Science – E se un servizio fosse in grado di prendere in pasto tabelle, fogli di calcolo, numeri e capire, da solo, a cosa si riferiscono, che significato hanno e farci tutta una serie di analisi numeriche e statistiche? Beh, Wolfram|Alpha Pro e’ proprio questo. Voglio un mondo dove ogni giorno vengano scoperte nuove e interessanti correlazioni.

Dal microscopico al macroscopico – Un’animazione molto carina per capire le proporzioni degli elementi del nostro universo, dai quark alle galassie.

Open Data per il monitoraggio di appalti pubblici e conflitti d’interesse – Un bell’articolo su come sarebbe possibile controllare appalti pubblici e conflitto di interessi tramite gli OpenData, di dove siamo (o non siamo) in Italia e un confronto con altri paesi. Pieno di link interessanti.

The 10 rules of a Zen programmer – Un po’ di dritte su approcci condivisibili da mantenere sul posto di lavoro, che partono dall’essere programmatore, ma si potrebbero estendere a tutti i lavori possibili, almeno dal mio punto di vista.

Android Drag and Drop – Android 4 ICS supporta il drag’nd drop delle view. Un tutorial su come implementarlo.

Android-x86 with VirtualBox support – Il porting di Android ICS per architetture x86, cosi’ da poterlo facilmente farlo girare all’interno di una macchina virtuale.

Pinterest: il re-pinning del gusto e la fabbrica collettiva del desiderio – Un’interessante analisi di Pinterest, dal punto di vista sociologico e comunicativo, sicuramente non il solito commento superficiale da primo utilizzatore entusiasto o contrario.