Il capodanno degli aumenti

2 Gennaio 2011: prendo la mia macchinina e mi appresto a fare il solito viaggio Civitanova-Pavia, passando prima per Fabriano e poi per Bologna. Temevo il gran traffico del rientro, e invece era sui prezzi dell’autostrada e del carburante che mi aspettava una bella sorpresa:

Dall’inizio del 2011, Autostrade per l’Italia fa suo un aumento dell’1.92% sul prezzo del pedaggio, mentre lo Stato ha deciso di intascarsi ulteriori 2 cent/km… Sta di fatto che se prima pagavo 24.2 euro (2.9 + 11.6 + 9.7), adesso pago 26.9 euro (3.1 + 13.5 + 10.3) per fare la stessa tratta (Civitanova – Ancona Nord, Bologna Calalecchio – Casalpusterlengo), un aumento totale del 11.5% sul prezzo pagato fino al 31 Dicembre 2010! Se Autostrade dichiara di prendersi circa il 2%, devo dedurre che lo Stato ha applicato un aumento tra l’8% e il 9%. Molto bene!

Carburante: dopo il boom degli incentivi statali per il GPL dell’anno scorso, come qualcuno aveva predetto, il prezzo di questo carburante e’ aumentato fino a toccare la soglia spaventosa degli 0.8 euro/litro (Agip, rifornimento in autostrada). Facendo una media di 450 km, e considerando che all’inizio dell’anno costava circa 0.6 euro/litro, pagavo 26 euro a viaggio, ora invece pagherei la bellezza di 36 euro se il prezzo fosse sempre quello applicato dall’Agip.

Insomma: tornare a casa, intorno ad Agosto, mi costava 53.45 euro, ieri invece mi e’ costato ben 62.9 euro,  il 17% in piu’… Benvenuto 2011 :(

Leave a Reply