CMRadius, considerazioni su un bel progetto tutto open-source

CMRadiusCMRadius nasce come un progetto realizzato dal CMLug in collaborazione con il comune di Civitanova Marche, all’interno dell’iniziativa CulturAperta , con l’obiettivo di continuare a fornire accesso gratuito ad Internet all’interno delle strutture pubbliche, pur rispettando gli obblighi previsti dalla legge Pisano sull’antiterrorismo. Per leggerne i dettagli, basta consultare le pagine del sito del CMLug. Un progetto che mi ha visto impegnato in prima linea per tutta la parte tecnica e non solo. Ora che posso finalmente ritenerlo concluso, riporto alcune considerazioni in merito.

Perche’ CMRadius
Come ho esposto durante il LinuxDate ad Ancora, purtroppo la legge Pisanu ha scoraggiato la creazione di quelli che nel resto del mondo sono noti come “free internet wireless hotspot”, che permettono di collegarsi gratuitamente ed in liberta’ ad Internet mentre magari si prende un caffe’ al bar, oppure durante un pasto al ristorante o davanti ad una birretta al pub, senza contare supermercati, biblioteche, uffici pubblici e sedi delle associazioni. Come dar torto a chi, volendo offrire come servizio aggiuntivo la connettivita’ alla Rete, desista dal suo scopo davanti a tutti questi obblighi (raccogliere e trattare dati personali, loggare ogni connessione, autenticare ogni utilizzatore)? La nostra legislazione e’ una delle poche al mondo ad aver introdotto procedure cosi’ impegnative e rigorose, rendendo di fatto illegale anche il movimento FON. Tutto a vantaggio degli operatori telefonici che non hanno piu’ rivali in questo campo e che quindi possono permettersi di imporre le tariffe dati che vogliono.
Ecco, l’impegno che ho messo nel realizzare, assieme agli altri, il CMRadius e’ la mia personale manifestazione di dissenso a questa legge che reputo sbagliata (non completamente, ovvio, ma sicuramente in questo aspetto specifico). Utilizzano software open source e procedure pubbliche e ben documentate significa offrire a tutti la possibilità di replicare, diffondere e migliorare l’idea iniziale, come spero che succeda.

Riflessioni personali
Non e’ stato banale gestire un progetto del genere con il CMLug. Un progetto non particolarmente complesso ma neanche cosi’ facile da essere completato un 2-3 incontri. Per me la difficolta’ principale e’ stata soprattutto di natura umana, non tecnica. Tenere viva l’attenzione del LUG per un arco di tempo di qualche mese (dall’ideazione alla messa in opera finale, con l’estate di mezzo) in cui si e’ passati dai tanti entusiasti quando lo abbiamo proposto in sede la prima sera, ai molti spettatori delle configurazioni iniziali, ai pochi che hanno tenuto duro fino alla fine (grazie Samuele e Adriano per la tenacia). Inoltre ho sentito il peso del ruolo da cuscinetto tra il LUG e la Pubblica Amministrazione. Scottati dalla precedente esperienza con le scuole, e’ stata dura infondere la fiducia necessaria per affrontare e portare avanti questa seconda collaborazione. Per fortuna il nostro contatto interno (grazie Marco) si e’ comportato ancora una volta da persona seria, dimostrazione vivente che anche nella PA e’ possibile fare innovazione e fornire servizi utili al cittadino senza prima spregare i suoi soldi e poi forse si vedra’. Basta volerlo, basta aver chiaro in mente lo scopo che dovrebbe animare la struttura per cui si lavora.
Una rararita’ oggigiorno, di sicuro :(

Il futuro del CMRadius
Probabilmente, finiti gli esami universitari che mi tengono impegnato in questi mesi, provero’ a creare una macchina virtuale che permettera’ di dotarsi del CMRadius grazie solamente ad un obsoleto pc con due schede di rete e con competenze informatiche davvero minimali, da utente domenstico. Spero cosi’ di poter aiutare chi, pur credendo nella diffusione di Internet, non possiede le capacita’ tecniche o non vuole spendere dei soldi per continuare lo stesso a sostenere le proprie convinzioni. Primi fra tutti, le amministrazioni pubbliche.

Stay tuned!

0 Comments

  1. Ciao Alfredo,

    Sono uno dei ,”purtoppo”, pochi partecipanti del Linux-Date di Ancona dello scorso Novembre.
    Il Tuo intervento è stato molto interessante (Complimenti! :-)) a tal punto che vorrei installare un sistema simile al CMRadius nella mediateca del mio comune, la quale offre un servizio internet pubblico. Ti volevo chidere ce hai qualche consiglio o link web utile che mi descrive in modo più dettagliato il funzionamento e la realizzazione del sistema.

    Ti ringrazio in anticipo.

    [url=http://http:/www.morenopaolini.com]Moreno Paolini[/url]

Leave a Reply